skip to Main Content

Spettri

e altre vittime di mia cugina Matilde

L’ambientazione Chinatown. Dietro il muro, sotto il pavimento ed oltre il soffitto ci sono altri luoghi e altre creature, ma voi non ne sapete nulla.

La storia Abitare a Chinatown, nella casa che fu di Dino Buzzati, è un’emozione, ma ci si fa l’abitudine. Abituarsi, invece, a mia cugina Matilde è veramente impossibile. Venne a stare da me portandosi due grosse valigie rosse grondanti segreti e in pochi giorni spezzò l’equilibrio millenario che proteggeva il quartiere. Era il giorno dei morti quando avvertimmo quella presenza, poi Matilde si convinse di aver parlato al telefono con il fu Buzzati e l’alito giallo della morte e il buio dei demoni cominciarono a darle la caccia.

Vincitore Premio Odissea 2016

Back To Top